dito e luna

Roma Metropolitana dice che non hanno soldi per l’edilizia scolastica, ma stranamente ne trova parecchi per un liceo di Ostia, dove il 5 novembre si vota per le elezioni del Municipio.

Roma Metropolitana diffida la Preside (cui va la nostra soliderietà ed appoggio) perchè non può continuare i lavori al tetto, causa occupazione. Ma dopo aver compiuto “peccato di omissione” per anni, mettendo a rischio ragazzi e passanti ignari, qualche giorno di occupazione costituisce “il problema” ?

Continuate a guardare il dito che indica la luna ed ignorate il resto !

Pubblichiamo volentieri il comunicato degli studenti che evidentemente hanno a cuore la loro scuola più di altri !

++COMUNICATO++

Ieri, in data 16 Ottobre, è avvenuto un incontro fra due nostri rappresentanti e alcuni referenti della Città Metropolitana nella sede amministrativa in Via di Ribotta al Torrino.
Durante questo si è discusso delle problematiche sopraggiunte dopo il crollo del tetto. Abbiamo dato la nostra disponibilità affinché i lavori potessero proseguire senza interruzioni, proponendo la chiusura del secondo piano e dell’ingresso principale, l’apertura dell’androne di Lungotevere e una vigilanza adeguata alle impalcature. L’architetto referente della Città Metropolitana, Francesco Ruzzante, si era inizialmente mostrato disponibile e aveva proposto la ripresa dei lavori volti all’impermeabilizzazione della porzione di tetto crollata nella giornata di oggi.
In un ulteriore colloquio svoltosi questa mattina, l’architetto ci ha riferito, con nostra grande sorpresa, che i lavori non sarebbero potuti continuare per questioni di sicurezza relative al ponteggio, nonostante gli avessimo assicurato che i luoghi interessati dai lavori sarebbero stati sgomberi da studenti sia nella zona sottostante al ponteggio che nelle classi che avrebbero affacciato su di esso. Confidiamo che non vi siano state pressioni di alcun genere che abbiano influito su questo cambio di direttive che ci hanno lasciato delusi e perplessi, inoltre speriamo che il bene del Virgilio prevalga sulla volontà di mettere in cattiva luce la nostra protesta.
Infine, a renderci ancora più increduli, è giunto un comunicato della Città Metropolitana che prende ulteriormente le distanze dalla nostra mobilitazione e ci punta il dito contro in caso di incidenti dovuti alla mancata riparazione del tetto, nonostante la nostra più totale disponibilità a proposito. Inoltre ci teniamo a ribadire che i lavori strutturali nella nostra scuola sono necessari da anni e che fino al crollo del tetto nulla è stato fatto. La Città Metropolitana richiede ora tempi brevi dopo aver atteso anni per iniziare.

MENTRE QUESTA E’ LA LETTERA DI DINIEGO DI ROMA METROPOLITANA

LETTERA cOMUNE

(clickare per ingrandire)

#VirgilioOccupato