virgilio occ 2

DOMENICA 15 OTTOBRE SERA CIRCA 500 RAGAZZE E RAGAZZI DEL VIRGILIO HANNO OCCUPATO LA LORO SCUOLA, fuori c’erano molti altri studenti a dargli manforte

virgilio occ 1

QUESTO IL LORO PRIMO COMUNICATO, con le ragioni dell’occupazione:

Collettivo Autorganizzato Virgilio
52 min · Roma ·

COMUNICATO
Oggi in più di 400 abbiamo occupato la nostra scuola. Questa mobilitazione, sostenuta dalla maggior parte degli studenti e delle studentesse del Virgilio, parte dalla necessità di prendere parola collettivamente rispetto al crollo di una porzione di tetto avvenuto Sabato 7 Ottobre nel nostro istituto e dal bisogno di costruire una protesta ampia sul tema dell’Edilizia Scolastica e non solo. Infatti crediamo sia fondamentale mobilitarsi su questo tema insieme alle molte scuole della capitale che condividono i nostri stessi problemi e con tutte le altri componenti della nostra scuola, in primis con la nuova dirigente che si è mostrata aperta nei nostri confronti nelle scorse settimane. Stiamo organizzando incontri, assemblee, dibattiti per provare a comprendere il mondo che ci circonda e capire come cambiarlo. Storia, Cultura, Attualità, Arte, Musica, Sport e, ovviamente, la Scuola saranno al centro delle nostre iniziative. Fin da domani cominceremo dalle ore 8 con la Colazione Sociale, invitiamo tutti gli studenti a partecipare e proporre corsi.
A breve nuovi aggiornamenti, stay tuned!
#VirgilioOccupato2017

ECCO LA POSIZIONE DELLA DIRIGENTE espressa in un comunicato ANSA

| (ANSA) – ROMA, 15 OTT – Sul posto fuori dalla scuola anche la preside del Virgilio|Carla Alfano che spiega: -Il problema del tetto della scuola,|interessato dal crollo di parte del solaio, è stato già risolto.|Un gruppo di studenti ha occupato nel tardo pomeriggio|l’istituto per attirare l’attenzione sullo stato dell’edilizia|scolastica in città. Con loro c’è un’interlocuzione aperta, ci|ho parlato e li ho pregati di uscire perché io sarò costretta a|denunciare. E’ un atto dovuto anche per la presenza di minori|nella scuola e per questioni di sicurezza legati ad una zona|interdetta nell’istituto-.(ANSA).|| YJ4-RO|15-OTT-17 21:38 NNN|

PUBBLICHIAMO GLI AGGIORNAMENTI DELLE AGENZIE DI STAMPA

SCUOLA. ROMA, STUDENTI VIRGILIO: OCCUPAZIONE PER ISTITUTI PIÙ SICURI”

 (DIRE) Roma, 16 ott. – C’e’ il tema riguardante l’edilizia scolastica al centro dell’occupazione del Virgilio. Lo storico liceo di via Giulia a Roma, dopo il crollo di una parte del soffitto circa 10 giorni fa, e’ stato preso in ‘gestione’ da ieri dai suoi studenti. Un’occupazione che ha un obiettivo preciso: coinvolgere tutte le parti, preside, docenti, genitori e istituzioni, ad un dialogo costruttivo sul tema dell’edilizia e della sicurezza nelle scuole italiane. “La questione non riguarda solo noi- hanno spiegato i ragazzi del liceo all’agenzia Dire- ma tutti gli istituti del Lazio e del Paese. Noi abbiamo subito il crollo del soffitto ma la nostra non e’ nemmeno la situazione piu’ grave visto che in molte scuole di Roma ci sono topi e soprattutto l’amianto”. Secondo alcuni dati, inoltre, “solo in questa regione appena l’8% degli edifici scolastici e’ a norma. E la regione messa meglio e’ il Friuli con il 52%”. Un’occupazione, quindi, che mira al dialogo e al confronto. Quello stesso confronto che la nuova preside, Carla Alfano, per stessa ammissione dei ragazzi, si e’ da subito premurata di avviare: “Siamo soddisfatti del suo atteggiamento, tuttavia non credo che con questa mobilitazione il dialogo si possa interrompere come da lei dichiarato, tutt’altro. A differenza di quanto accade in un contesto come quello dell assemblee – dove ci troviamo intimoriti e in netta minoranza di fronte a docenti, dirigenti e tutto il personale scolastico – venendo a parlare con noi durante l’occupazione, la preside si mette sul nostro stesso piano”. (SEGUE) (Uct/ Dire) 11:57 16-10-17 NNNN
***********************************
SCUOLA. ROMA, STUDENTI VIRGILIO: OCCUPAZIONE PER ISTITUTI PIÙ SICURI -2-(DIRE) Roma, 16 ott. – Dopo le parole di apprezzamento verso la dirigente, la precisazione: “Ha dichiarato (all’agenzia Dire, ndr) che con l’occupazione gli operai non possono accedere all’interno dell’istituto per i lavori di rifacimento del soffitto crollato. Questo non e’ vero- sottolineano i ragazzi- gli operai sono tutt’ora dentro e sono al lavoro”. La protesta andra’ avanti anche i prossimi giorni: “Rimarremo qui finche’ non verranno accolte le nostre istanze e finche’ non verremo ascoltati”. Nel frattempo, “scriveremo una lettera al sindaco Raggi”. “Sappiamo che con gli anni le occupazioni hanno perso credibilita’, ma la nostra e’ diversa. Non vogliamo fare rivoluzioni, semplicemente, nel nostro piccolo vogliamo contribuire a una causa molto importante: la scuola- hanno concluso i ragazzi- e’ il luogo che piu’ di ogni altro deve essere sicuro”. (Uct/ Dire) 11:57 16-10-17 NNNN
***********************************
Cede solaio: ragazzi Virgilio,occupiamo fino incontro lavoriZCZC2551/SXR XRM14989_SXR_QBXL R CRO S43 QBXL Cede solaio: ragazzi Virgilio,occupiamo fino incontro lavori In 200 nella scuola, chiedono riunione con Citta’ metropolitana (ANSA) – ROMA, 16 OTT – Sono circa duecento gli studenti che si trovano all’interno del liceo Virgilio, nel cuore di Roma, occupato ieri pomeriggio. Secondo quanto si e’ appreso, hanno spiegato che non andranno via fino a quando non ci sara’ un incontro con l’amministrazione della Citta’ metropolitana sui lavori di ristrutturazione della scuola dove, nei giorni scorsi, e’ crollata una parte del solaio. Intanto la preside ha presentato denuncia alla polizia per l’occupazione dell’ istituto. (ANSA). YF1-RO 16-OTT-17 12:18 NNNN
***********************************
Omniroma-VIRGILIO, ZOTTA: “CON OCCUPAZIONE LAVORI SONO SOSPESI”Omniroma-VIRGILIO, ZOTTA: “CON OCCUPAZIONE LAVORI SONO SOSPESI” (OMNIROMA) Roma, 16 OTT – “Dopo il crollo del controsoffitto al liceo Virgilio, le nostre non sono state dichiarazioni di intenti. Abbiamo subito definito l’intervento straordinario per la messa in sicurezza dell’area e delle aule sottostanti, senza interrompere l’attività didattica. Da parte della Città metropolitana non c’è stata alcuna sottovalutazione del problema, ma ora, con la scuola occupata, i lavori sono sospesi. Nelle prossime ore i tecnici, intervenuti immediatamente per effettuare tutte le indagini diagnostiche, definiranno con esattezza il tipo di intervento, l’importo e la durata dei lavori, non solo per la porzione di soffitto crollata ma per il consolidamento di tutte le strutture portanti dell’edificio. Abbiamo incontrato in più di un’occasione gli studenti, l’ultima volta la scorsa settimana, ed è già programmato il prossimo incontro per affrontare insieme le criticità in cui versano le strutture scolastiche di tutta la Città Metropolitana. Parallelamente, proseguiamo il confronto anche con la dirigenza scolastica. Abbiamo assunto con studenti, presidi e insegnanti l’impegno a mettere in campo tutte le iniziative utili per la messa in sicurezza delle nostre strutture, e il punto da cui partire è quello delle risorse. Se per la manutenzione dei nostri 340 edifici scolastici è stimato un fabbisogno di 510 milioni, quest’anno la Città metropolitana di Roma Capitale ha in bilancio, per gli interventi edilizia scolastica, unicamente 25 milioni. Questo è il quadro in cui, come denuncia la stessa Sindaca Raggi, Roma e la sua area metropolitana si trovano a gestire le funzioni assegnate. La sproporzione tra fabbisogno e risorse disponibili è ormai evidente, il primo obiettivo è recuperare spazi e capacità di programmazione per il complessivo risanamento delle nostre strutture scolastiche”. È quanto dichiara, in una nota, la Consigliera della Città metropolitana di Roma Capitale delegata all’edilizia scolastica, Maria Teresa Zotta. red 161500 OTT 17 NNNN
***********************************
ROMA: ZOTTA (CITTA’ METROPOLITANA), CON OCCUPAZIONE LAVORI SOSPESI AL VIRGILIO (2) =ROMA: ZOTTA (CITTA’ METROPOLITANA), CON OCCUPAZIONE LAVORI SOSPESI AL VIRGILIO (2) = (AdnKronos) – ”Abbiamo incontrato – prosegue Zotta – in più di un’occasione gli studenti, l’ultima volta la scorsa settimana, ed è già programmato il prossimo incontro per affrontare insieme le criticità in cui versano le strutture scolastiche di tutta la Città Metropolitana. Parallelamente, proseguiamo il confronto anche con la dirigenza scolastica. Abbiamo assunto con studenti, presidi e insegnanti l’impegno a mettere in campo tutte le iniziative utili per la messa in sicurezza delle nostre strutture, e il punto da cui partire è quello delle risorse”. ”Se per la manutenzione dei nostri 340 edifici scolastici è stimato un fabbisogno di 510 milioni, quest’anno la Città metropolitana di Roma Capitale ha in bilancio, per gli interventi edilizia scolastica, unicamente 25 milioni. Questo è il quadro in cui, come denuncia la stessa Sindaca Raggi, Roma e la sua area metropolitana si trovano a gestire le funzioni assegnate. La sproporzione tra fabbisogno e risorse disponibili è ormai evidente, il primo obiettivo è recuperare spazi e capacità di programmazione per il complessivo risanamento delle nostre strutture scolastiche”. (Rre-Del/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 16-OTT-17 15:41 NNNN
***********************************
Omniroma-VIRGILIO, UDIR: PRESIDE NON DEVE DENUNCIARE STUDENTI MA PROPRIETARI IMMOBILEOmniroma-VIRGILIO, UDIR: PRESIDE NON DEVE DENUNCIARE STUDENTI MA PROPRIETARI IMMOBILE (OMNIROMA) Roma, 16 OTT – “Liceo Virgilio occupato, la preside non deve denunciare gli studenti ma i proprietari dell’immobile”. A sostenerlo, in una nota, è Marcello Pacifico, presidente del sindacato Udir, dopo avere appreso della decisione della dirigente scolastica dell’istituto superiore romano, la dottoressa Carla Alfano, di rivolgere un appello agli studenti che da ieri stanno occupando l’edificio, per pregarli di desistere dalla loro protesta perché in caso contrario sarà “costretta a denunciarli” alla pubblica autorità. Secondo il sindacalista non si possono additare gli studenti per colpe altrui, in questo caso della Provincia di Roma: “è un diritto dei giovani in formazione ricordare a chi di competenza che la scuola dove studiano e si formano non è sicura. Udir lo ha detto a fine settembre a Montecitorio, dinanzi alle commissioni riunite Cultura e Lavoro, alla presenza di esperti sulla sicurezza scolastica, presentando anche degli emendamenti al Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 il TITOLO XIII bis, specifico per la scuola, attraverso l’introduzione di nove articoli modificativi. Ogni preside, la mattina aprendo la scuola, tra amministrativo, civile e penale, ha 105 potenziali capi d’imputazione a cui rispondere: è responsabile dell’organizzazione scolastica, ma sul fronte delle mura dell’istituto e della sua manutenzione non ha alcune potere di spesa, né d’intervento. Però ne risponde in prima persona, tanto è vero che ci sono dei presidi in carcere per il crollo dei loro istituti”. red 161632 OTT 17 NNNN
***********************************
I lavori di ripristino al tetto continuano. Comunicato degli studenti

||(DIRE) Roma, 16 ott. – Al liceo Virgilio, -non c’e’ una|sospensione dei lavori, le notizie sono infondate-. A ribadirlo|sono gli studenti del liceo classico di via Giulia a Roma, da|ieri in occupazione, rispondendo a quanto affermato dalla preside|Carla Alfano e dalla delegata all’edilizia scolastica della|Citta’ metropolitana Maria Teresa Zotta. Entrambe hanno lanciato|l’allarme per -l’interruzione dei lavori di rifacimento del|soffitto-, dovuti al crollo di 10 giorni fa. Per le due, infatti,|la mobilitazione degli studenti avrebbe impedito agli operai di|portare avanti il loro lavoro. | -Abbiamo parlato con la ditta- replicano i ragazzi all’agenzia|Dire- e i lavori proseguiranno regolarmente sia all’interno che|all’esterno dell’edificio. A breve infatti monteranno un|ponteggio fuori la scuola-.| (Uct/ Dire)|16:50 16-10-17||NNNN|