images
Crea il tuo spazio nella città, incontriamoci con arte

Progetto Erasmus +K2A

 

 

La comunità europea: cos’è è? cosa fa? che opportunità può offrirmi?  Tante sono le domande che potrebbero porsi i ragazzi su questa entità, il cappello sotto il quale ci ritroviamo insieme a paesi apparentemente così diversi eppure vicini sotto diversi punti di vista.

Un pensiero, quello sui valori della comunità europea, che siamo spinti a fare insieme ai giovani, dal progetto Space Erasmus K2A, solidarietà, accoglienza, partecipazione. Si tratta di un progetto vinto dall’Associazione Genitori Scuola Di Donato, una piccola realtà che sta facendo realmente “scuola” nell’attivismo, nell’inclusione sociale e della mediazione culturale all’interno del panorama scolastico romano, aperto anche alle, altre associazioni di genitori, studenti, insegnanti.

Insieme ad Ag, tre associazioni culturali dei rispettivi paesi partner, l’Ungheria, la Romania, la Bulgaria.

Con lo scopo di creare un evento collettivo di riqualificazione e rigenerazione di uno spazio urbano per renderlo luogo di incontro per la comunità, il progetto Space vede coinvolti giovani dai 15 ai 30 anni.

Il progetto, partito nel 2015, sta costruendo una mass-action che si svolgerà a Roma dal 7 al 9 luglio. In quell’occasione, giovani provenienti dai paesi partner, insieme ai nostri ragazzi e a chiunque voglia partecipare, saranno chiamati a realizzare un murales in un un’area di Roma concordata con il Primo Municipio. Il tema del murales sarà legato proprio ai valori veicolati dalla comunità europea e ritenuti fondamentali dai ragazzi che saranno stati coinvolti nel progetto, tra i quali anche un gruppo di studenti del Virgilio e di altri istituti superiori. I giovani provenienti dai tre paesi partner saranno, per l’occasione, ospitati presso famiglie romane con le quali potranno vivere una bella occasione di scambio culturale.

Quello di luglio, sarà un momento corale di responsabilità civile, apertura e accoglienza. Un momento dove, in una città che la nostra, ce ne dovrebbero essere tanti per dare spazio alla partecipazione ed ad una società più libera ed inclusiva.

 

Info. Si può partecipare al progetto sia come studenti, che come genitori o insegnati, che come famiglia. Ciò implica un incontro di formazione sul progetto Erasmus + e di preparazione  del flash mob artistico,l’accoglienza in famiglia degli studenti europei e la partecipazione all’evento di luglio. Le famiglie che accoglieranno uno studente per circa 2/3 giorni a luglio riceveranno un rimborso spese di 120 euro. Gli studenti riceveranno un attestato di partecipazione. Per maggiori informazioni scrivere mariapia.candreva@gmail.comvalenza.francesca@gmail.com